Raccolte in tempo record le firme per la lista civica Chiamami Genova. «Ringrazio e ringraziamo tutte le persone che si sono attivate per fare banchetti – spiega Paolo Putti, candidato sindaco – e quelle che hanno firmato per consentire la presentazione della lista, dando ancora una volta prova di grande democrazia; quando “si esce” nei territori è sempre un’occasione importante per ascoltare direttamente le persone e spiegare il nostro progetto per Genova»

Concluse in tempo record le operazioni di raccolta-firme per la presentazione della lista civica Chiamami Genova. Nonostante la partenza “posticipata” al fine di seguire fino all’ultimo gli importanti impegni istituzionali del Consiglio comunale, infatti, in pochissimi giorni centinaia di cittadine e cittadini hanno sottoscritto la lista per il Comune. Tanti i banchetti organizzati nei quartieri della città:

Un’occasione ulteriore per incontrare le persone e ascoltare i territori – commenta Paolo Putti – illustrando direttamente, faccia a faccia, il progetto della lista Chiamami Genovaa tante, tantissime persone.

Le operazioni di raccolta firme si concluderanno con la giornata di oggi, con gli ultimi banchetti già organizzati:

Devo ringraziare tutte persone della squadra – sottolinea Putti – che grazie al loro impegno hanno permesso di recuperare sui tempi tecnici con una energia incredibile. Un segno assolutamente confortante, che ci da la forza per continuare con maggiore slancio questa strada, difficile ma entusiasmante, che abbiamo intrapreso.

Ogni volta che si ha modo di incontrare le persone – spiega il candidato sindaco Paolo Putti – cerchiamo di cogliere l’occasione per capire meglio le esigenze di una città molto complessa e diversificata come Genova. Ogni quartiere è una città nella città: criticità, esigenze e aspettative che cambiano ad ogni via ed ogni piazza.

Il lavoro dello staff della lista civica, in questa fase, si concentrerà sui Municipi: i candidati presidenti e le relative liste sono al nastro di partenza, e nei prossimi giorni saranno presentati:

Questa parte di lavoro è altrettanto fondamentale – conclude Putti – perché i Municipi avranno il gravoso ma umanamente arricchente compito di proseguire direttamente nei territori il lavoro che abbiamo iniziato in questi giorni.