Chiamami Genova non darà nessuna indicazioni di voto per il ballottaggio di domenica prossima. Paolo Putti: «Invitiamo le persone ad andare a votare, perché è importante ridare valore al voto, alle urne e perché non vogliamo che i gruppi di potere politico si abituino a controllare con pochi voti le istituzioni, ma non daremo indicazioni. Noi ci prepariamo a lavorare duramente come abbiamo promesso e assicuriamo il massimo impegno dal nostro ruolo di opposizione disposti ad appoggiare quanto va nella direzione di tutela o promozione della città e dei suoi cittadini e a fronteggiare duramente tutto quello che, ancora una volta, potrebbe togliere risorse o favorire gruppi di potere a discapito del bene comune».

Nessuna indicazione di voto, . La lista civica Chiamami Genova, che ha portato in Consiglio comunale Paolo Putti come rappresentante, fa chiarezza sulla propria posizione in merito alla prossima chiamata alle urne: la posizione è stata decisa nel corso di un’assemblea interna, dove sono state ascoltate e ponderate le posizioni di tutti gli attivisti che fanno parte del progetto. La linea unitaria, quindi, poi definita è quella di invitare i genovesi ad andare alle urne, ma senza dare indicazione di sorta.

«E’ importante spezzare il trend del non-voto – dice Paolo Putti – per questo invitiamo tutti ad andare ad esprimersi: i dati sull’astensione sono preoccupanti e non comprendono solamente chi del non andare a votare ne fa una scelta ragionata di protesta per una politica che non dà attenzione alle istanze ed ai bisogni dei cittadini, che può essere scelta rispettabile, ma sono contemporaneamente sintomo della lontananza e del disinteresse per la partecipazione politica come occasione per la collettività e di fatto l’ennesimo lasciare a loro il pallino. Non diamo indicazioni di voto perché è giusto che i cittadini siano chiamati a riflettere, alla responsabilità ed alla decisione, il mio pensiero in proposito è noto e non lo ripeterò perché questo è il comunicato di una comunità e non di un singolo ».

La lista Chiamami Genova si sta preparando per continuare il percorso politico appena incominciato: Non ci interessavano , ne interessano apparentamenti o appoggi, incomincia una parte difficile del nostro percorso – conclude Paolo Putti –che ci richiede di essere coerenti e pronti a fare dentro e fuori la Sala Rossa, il lavoro più utile per il bene della città e dei suoi cittadini».