Chiamami Genova: «Atto vandalico contro point Lega Nord da condannare, come lo sono le ripetute minacce di repressione e discriminazione sociale».

Noi, candidate e candidati tutti della lista civica Chiamami Genova, deprechiamo e condanniamo l’atto vandalico che questa notte ha danneggiato il point elettorale della Lega Nord. Finché Lega Nord rimarrà sotto l’ombrello della Costituzione, sarà la benvenuta a Genova. Auspichiamo, quindi, che le indagini delle Forze dell’ordine portino rapidamente a capire quali siano i responsabili di tale gesto.

Rileviamo altresì che, anche in questo caso, diversi esponenti del partito non hanno perso occasione per minacciare la chiusura dei centri sociali; un mantra che, assieme all’ossessione verso i migranti, con ogni evidenza rimane l’unico vero punto del programma elettorale di questo partito. Cavalcare le paure a fini di consenso politico è un film che ha avuto molte repliche nella storia, e tutte le volte si è ripetuto il medesimo, drammatico, finale.

I problemi di Genova sono altri, e i genovesi lo sanno.

La candidate e i candidati della lista civica Chiamami Genova – Paolo Putti sindaco